dal pilastro alla sanità

Rigenerare le periferie. Questo il motto degli ultimi anni. E anche il Pilastro non ha fatto eccezione. Nulla di male nelle intenzioni e nemmeno in molte delle azioni che ne sono conseguite. Lungi da me sottovalutare la tinteggiatura dei muri scrostati dei palazzi popolari o l’asfaltatura delle strade piene di buche, ma le premesse/promesse intrinseche nella parola…

processo inverso

Da circa 10 anni il quartiere vive un processo invertito di riappropriazione di spazio e di civiltà. Per certi versi identifico questo processo come qualcosa di parallelo, un inizio di una “altra economia” che nei presupposti è virtuosa ma che nel tempo si sta mostrando catalizzatrice. Ciò che delineano i presupposti sono azioni meramente formali;…

pasqualino e i campetti del san Gennaro

Erano gli anni ’80 quando frequentavo Pasqualino. Lui aveva la mia età e lavorava da Brescia il salumiere. Portava il pane e la spesa per le case. Spesso lo accompagnavo anche io. Mi divertiva il fatto che lui cantava sempre, era un neomelodico provetto, una voce intonata tutt’uno con il suo viso dolce. Una cosa…

La rivoluzione cieca del rione

“Ti accorgi che un quartiere sta crescendo anche quando vedi professionalità e competenze investire sul territorio. Benvenuta Isabella de Cham, Regina Napoletana della Pizza fritta, al #RioneSanità!”  La dichiarazione è del presidente della nostra Municipalità che, in un certo senso, si “vanta” che il quartiere Sanità stia risorgendo… grazie ad una pizza fritta. In effetti di frittate nel rione…

il montaggio della posta

  Francesco Ruotolo regala una pedana per i disabili del rione. Oltre a non poter entrare nell’ufficio, è praticamente impossibile attendere il turno quando ci sono più di 15 persone all’interno. Una “Tragedia” che da anni vivono i residenti del rione Sanità. Un unico ufficio postale di 15mq per circa 50 mila abitanti mentre l’altro,…

la navetta

Anche il consulente speciale alla memoria della Municipalità3, Francesco Ruotolo, chiede di chiarire la situazione della via Arena alla Sanità e in specifico dell’iniziativa Adotta una strada.  

ricordando elvis

Perché si può anche dimenticare…restando nel limbo di una fiaba giapponese.   Articoli Scritto da suor Lucia Lodo Elvis Manuela

lo stretto della via arena …

Ieri, alla via Arena Sanità, ho visto i lavori in corso di “Adotta una Strada”. Premesso che la via è larga circa 6 metri, che ci sono negozi su entrambi i lati e che, sui marciapiedi  non si può camminare perché sostano motorini, vetrine commerciali e merce di ogni genere, resta soltanto la strada per…

urlare per gli altri

Ogni volta che m’imbatto in una occupazione pacifica (nel rione), incontro anche un ragazzo, non ricordo il nome, che in prima linea scrive, interviene, consiglia, lavora e soprattutto urla. La sua voce mi è rimasta impressa. Anche durante l’occupazione dell’Ospedale urlava maledettamente. Urlava anche quando gli feci una intervista, mentre scriveva sull’ennesimo striscione consunto. Urlava…

senza voce

Perché l’Ospedale san Gennaro dei Poveri non deve essere dimenticato.  

tifiamo ancora così

Riproponiamo gli highlights del torneo del 2012 tra Africa, SriLanka e Italia (rione Sanità). Per chi ha voglia di polemizzare e per chi pensa che tutti siano terroristi, per chi scrive programmi politici intercambiabili e per chi, come noi, crede che “non sono le idee che ci spaventano, ma le facce che rappresentano quelle idee” ……