la sanità era donna

Nel 1979 nel palazzo Sanfelice di via Sanità numero 6, il regista Pasquale Festa Campanile girava il film “Gegè Bellavita”. Sceglieva il rione Sanità per rappresentare lo stereotipo dello sfruttamento sessuale, dei suoi grandi attributi economici e, sopratutto, dell’emancipazione della povera gente che, di fronte all’indigenza, scendeva innegabilmente a compromessi. Anche il cinema italiano, in…

un incontro

Come di consuetudine girio per le strada del quartiere. Il percorso è quasi obbligato. Ieri mi è venuta voglia di fumare, appena accendo la sigaretta sento una voce: “ma può offrì una?”. Di fronte a me una persona della mia stessa età, di statura bassa e magra, il viso sofferente, ho notato che aveva un…

la via delle librerie

Passo quasi ogni giorno per via Duomo (un tempo strada dove un capo d’abbigliamento lo potevi pagare un occhio della testa), la via delle spose e degli sposi, della Cattedrale e dell’oro di san Gennaro. La via dei musei e dell’archivio storico, negozi e griffe internazionali, affollata di auto e di gente che fa (faceva)…

pasqualino

A soli 11 anni decisi da solo di lasciare la scuola, in prima media mi bocciarono e per colpa di una maestra tiranno delle elementari, schifai la storia l’italiano la matematica la scienza. Per me era più importante il lavoro che molti miei cugini e amici già avevano. Fruttivendoli, ambulanti, pellettieri, camionisti, artigiani. Quando incominciai…

le risorse del rione

Quando un “benefattore” arriva nel rione e sconvolge la routine e le abitudini della gente, rivoluziona un modo di fare e di amministrare, trasforma le risorse in opportunità e ricicla la storia e l’arte, tanto da essere additato come un angelo caduto dal cielo, qualcosa di vero deve pur esserci nel nome di una verità…

anni sessanta

Quest’anno si chiude pieno di entusiasmo e di considerazioni. Un nuovo modo di fare società si è materializzata, una ventata di ottimismo sta attraversando il modello Sanità. Con sessant’anni di ritardo il miracolo economico è riapparso ed ha invaso il quartiere. Dopo la seconda guerra mondiale la ricchezza non si fa più scrupoli, oggi il…

il boom

Da diversi anni molte associazioni intendono salvare il quartiere attraverso l’arte e la cultura. In primis la street art, che non ha eguali per numero di murali. C’è anche, in questo ultimo periodo, un’abbondanza di mini concerti o musica dal vivo. Fanalino di coda restano il teatro e il cinema (quest’ultimo inesistente). Il vero boom…

la luna e i calanchi

La luna, senza i calanchi. In Basilicata nei giorni scorsi si è tenuto il festival “la luna e i calanchi” nella cornice paesaggista di Aliano e dintorni. Festival che raggiunge alte vette di cultura, paragonabili come qualità allo scenario in cui si svolge. Grandi numeri,ì logicamente rapportate alla realtà Lucana, un richiamo nazionale ed internazionale,…

don peppe

Avevo visto per la prima volta don Peppe quando avevo 9 anni. Mio padre mi fece conoscere i sui colleghi operai: Vincenzo il capo fabbrica, la signora Maria, Patrizia a’ chiattona, Pierino, Giovanni ecc, per ultimo mi portò da don Peppe. Di statura magra, con la pelle scura e i capelli impomatati, non era un…