13 settembre ’11

Due giorni fa l’emozione delle vittime delle torri gemelle. Le televisioni di mezzo mondo non hanno fatto altro che trasmettere ininterrottamente le immagini dell’11 settembre 2001. Ogni anno puntualmente si commemorano le stragi del Nazismo.

Oggi/Ieri: Oleodotto esplode in kenya bruciati vive più di 160 persone; in Libia si muore ogni istante: anche in Palestina; uccisioni di massa, sterminati interi popoli in Nicaragua; Tanzania, affonda un traghetto con 160 uomini. Operai in Italia: muore schiacciato da una pressa meccanica; 3 vittime di un depuratore; cade dall’impalcatura; muore fulminato da una scarica di 3000watt; sprofondato per negligenza… ecc ecc.

Oggi 13 settembre ’11 c’è chi ancora muore di fame, muore sì, non per malattia, non perché gli è caduta, così per caso, una bomba a grappolo in testa, muore perché il suo stomaco si contrae, perché si gonfia, si dilata e alla fine si spappola nel corpo. Dovremmo ricordarci sempre di queste cose, soprattutto quando mangiamo a tavola e la tv trasmette un reportage sull’11 settembre! [+blogger]

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Anonimo ha detto:

    Sante parole caro Stalin peccato che tu le dicevi non per ironizzare ma per giustificare la tua carneficina attraverso le purghe.

    Mi piace

  2. Paolo ha detto:

    Io credo che avesse ragione Stalin a parlare di statistica, forse è la definizione più lungimirante della storia, interpretazione a parte è l'essenza della guerra che fa percepire la non assurdità dell'atto. Io non farei una interpretazione soggettiva ma proporrei un nobel per una verità incontrovertibile.

    Mi piace

  3. Anonimo ha detto:

    Il gli faccio un grande pernacchio

    Mi piace

  4. Anonimo ha detto:

    bravo blogger…. ottimo articolo.
    nell'analizzare gli sterminii di massa attuali (fra i quali anche quelle per denutrizione, di cui l'occidente è responsabile)anche stalin rabbrividirebbe….

    Mi piace

  5. Anonimo ha detto:

    …infatti perciò le stragi sembrano ripetersi nel tempo e nella storia, essi sono statistiche da ricordare e non da evitare!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...