bloccare internet

E’ passato l’emendamento D’Alia. L´attacco finale alla democrazia è iniziato! Ieri nel voto finale al Senato che ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (disegno di legge 733), tra gli altri provvedimenti scellerati come l´obbligo di denuncia per i medici dei pazienti che sono immigrati clandestini e la schedatura dei senza tetto, con un emendamento del senatore Gianpiero D´ Alia (UDC), è stato introdotto l`articolo 50-bis, “Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”. Il testo la prossima settimana approderà alla Camera. In pratica se un qualunque cittadino che magari scrive un blog dovesse invitare a “disobbedire” a una legge che ritiene ingiusta, i provider dovranno bloccarlo. Questo provvedimento può obbligare i provider a oscurare un sito ovunque si trovi, anche se all´estero. Il Ministro dell’interno, in seguito a comunicazione dell’autorità giudiziaria, può disporre con proprio decreto l’interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine. L´attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore. La violazione di tale obbligo comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000 per i provider e il carcere per i blogger da 1 a 5 anni per l’istigazione a delinquere e per l’apologia di reato, da 6 mesi a 5 anni per l’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all’odio fra le classi sociali. Immaginate come potrebbero essere ripuliti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta con questa legge? Si stanno dotando delle armi per bloccare in Italia Facebook, Youtube, i blog scomodi e tutta l’informazione libera che viaggia in rete e che nel nostro Paese è ormai l’unica fonte informativa non censurata. Vi rendete conto? Dopo la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di “normalizzare” il fenomeno che intorno ad internet sta facendo crescere un sistema di relazioni e informazioni sempre più capillari che non si riesce a dominare. Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet? Chi non può farlo pensa bene di censurarlo e di far diventare l’Italia come la Cina e la Birmania. Oggi gli unici media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati Beppe Grillo dalle colonne del suo blog e la rivista specializzata Punto Informatico. [Internet]

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. Anonimo ha detto:

    siamo alla frutta.. avete voluto l'agnello pasquale e mo' cacciate le ossa dal c….

    Mi piace

  2. RioneSanità ha detto:

    … bè, se proprio lo vuoi sapere caro, io non mi riconosco con nessuno dei partiti politici. quando nascerà qualche movimento o lista che sia che difenderà un laureato, precario e poi disoccupato che non riesce a pagare l'affitto perchè caro anche nella sanità, quando nascerà un partito che prende a cuore gli stipendi e i salari e soprattutto garantisce il lavoro e non la disoccupazione. allora potro' esprimera ma mia preferenza….

    Mi piace

  3. PINO DANIELE ha detto:

    attenzione che la dittatura in italia è iniziata da molto. oggi le ronde nere incarnano un malessere che si combatte a furia di bugie e intercettazioni. è stano vedere nel parlamento italiano condannati per reati piuttosto gravi e gli stessi fare edisfare le leggi. che paradosso. gli uomoini politici tutto fanno forchè gestire la cosa pubblica. scontro? a volte si parte proprio da un quartiere, magari dal rione…. ???? chi sa? ma con un po' di sfiga anche perchè nel rione hanno votato ancora un berlusconiano alla provibncia e un'altro berlusconiano al comune. ma poi che serve votare questo o quello tanto è solo questione di dialetto. PINO DANIELE

    Mi piace

  4. Anonimo ha detto:

    viva la democrazia, ossia la dittatura della maggioranza, e neanche tanto maggioranza se andate a vedere bene.

    Mi piace

  5. Anonimo ha detto:

    noi della rete continueremo a sostenere il Blog, anche se dovesse essere chiuso per vilipendio. nn credo che questo sia possibile perchè le richieste e gli articoli scritti hanno tutti una valenza giornalistica e intellettuale. noi ci battiamo contro le ingiustizie anche se credimo che con la politica si puo' fare molto. parlare e farsi sentire sempre e comunque. Lello

    Mi piace

  6. Sara ha detto:

    Con la buona politica si può fare tanto, ma non è questa l'epoca adatta.
    Il governo ha messo il bavaglio all'informazione e tenta di metterlo anche ai liberi cittadini che chiedono solo di esprimere la propria opinione. Non basterà questo a zittirci. E' triste però pensare che anche noi dopo anni di lotte per la democrazia dovremo di nuovo scendere in piazza e protestare come fanno oggi in Iran, per rivendicare dei diritti che sono nostri senza per natura.
    Finchè posso voglio esprimere in quest'area pubblica tutto lo squallore che provo per questo governo, per il suo dittatore, i suoi bravi e per l'opposizione che non ha la forza di reagire.

    Mi piace

  7. Anonimo ha detto:

    brava sara… mauro

    Mi piace

  8. Anonimo ha detto:

    cercate di svegliarvi invece di dare sempre la colpa al governo!

    Mi piace

  9. MARINA ha detto:

    come se il governo fosse immune da colpe… svegliati tu!

    Mi piace

  10. Abu Abbas ha detto:

    E' untriste paradosoo quello che si profila : oscurare la verità per favorire il proliferare della menzogna virtuale. La guerra e la repressione dell'umanità non potranno mai vincere se non sono supportati da un sistema mediatico manipolabile. Le due questioni sono legate. Tutti abbiamo visto in tv e su internet (la fonte primaria era cmq internet) il video della ragazza Sparata dal cecchino in Iran. Quel video non ha incontrato alcuna censura. Provocatoriamente posso dire: e se fosse una bufala?
    Probabilmente lo è, e un minimo di esperienza con la cinepresa lo dovrebbe confermare o almeno dovrebbe instillare qualche dubbio.
    Inizialmente vediamo gente che cammina pacificamente in strada mentre da qualche parte un cecchino spara….. La ragazza a terra (che sta per morire) si preoccupa di lanciare un fugace sguardo al cameraman come per dire :”posso ora?” poi si avvicina lentamente al volto un'ampollina che stringe nella mano sinistra prima di comparire insanguinata……
    Non ho elementi per smentire la veridicità del video se non il video stesso…. ma il punto a cui volevo arrivare era un altro: già internet risulta manipolabile alla fonte (google ad esempio è fitrato e controllato e questo si sapeva già)inoltre la prossima legge sarà un ulteriore tassello-pietra tombale sulla possibilità di gestire autonomamente quei (pochi) spazzi che la rete concede alla libera informazione. Un commento come quello che provocatoriamente ho fatto potrebbe essere oscurato subito perchè non dice la verità…..Quale verità? Quella creata e ufficializzata dai “regimi democratici” meno rozzi ma sicuramente simili a quello Iraniano.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...