morire di povertà

MORIRE DI POVERTA’: SILENZIO! SCHIFO! VERGOGNA! INETTI! Stamattina sulla Salita Sanità, conosciuta come la Micciatella, un bambino è morto per la troppa esalazione di una stufa, un bambino non italiano ma che in realtà parlava molto meglio di altri sui coetanei. È l’ennesima negligenza a discapito delle famiglie più povere. Diversi mesi fa l’alluvione, che ogni anno allaga la Sanità, aveva rischiato di fare una tragedia, diverse abitazioni si erano allagate e per poco non saltavano alcune cabine elettriche. Inutile le nostre lagnanze. Morire di povertà in un quartiere povero, che tende di imitare la borghesia, è schifoso; schifoso per l’immobilità, schifoso per il disprezzo delle vite umane, schifoso per chi si vergogna e per chi ancora non può pagare l’elettricità. In uno stato sociale le garanzia minime dovrebbero essere la norma. E invece si preferisce far morire bambini, speriamo bene per la mamma che si trova in gravissime condizioni all’ospedale san Gennaro. No abbiamo intenzione di dilungarci, già l’Ansa, Repubblica, Il Mattino e gli altri network hanno scritto della tragedia. Questo è un blog che cerca di non riportare le notizie dei grandi network, anche se quello che è successo oggi ci riguarda molto da vicino. BASTA con l’indifferenza, BASTA con l’insensibilità e il disprezzo. Muoiono le persone! L’estate scorsa alla via Vergini un uomo venne sparato e dopo pochi minuti san Vincenzo fece la sua processione. BASTA! Ma forse chi scrive si è già rassegnato. MORIRE DI POVERTA’: SILENZIO! SCHIFO! VERGOGNA! INETTI!

15 commenti Aggiungi il tuo

  1. Anonimo ha detto:

    E' ASSURDO CHE TUTTO QUESTO SUCCEDA, DICO ANCHE IO BASTA. FERNANDO M

    Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    hai ragione, è assurdo che accada questo. Ancora più assurdo, mentre scorro la notizia su internet e guardo le foto della casa dove è successa la tragedia, è dover ascoltare le persone intorno a me che dicono “però! che casa grande che avevano”! incommentabile…chissà in quanti ci vivono in quella casa senza il minimo di vivibilità.
    BASTA!

    Mi piace

  3. Anonimo ha detto:

    che vergogna! ormai più niente scuote le nostre coscienze!
    Siamo diventati delle marionette nelle mani della globalizzazione mediatica e del menefreghismo

    Mi piace

  4. Anonimo ha detto:

    Dovremmo organizzare una marcia di protesta contro la mancanza dei presidi sociali minimi e di denuncia verso le istituzioni che rimangono immobili difronte a tutto questo e poi vengono a prendersi i meriti a cose fatte (da altri!)

    Mi piace

  5. UGO ha detto:

    LA PRIMA COSA CHE DOVETE FARE VOI DELLA SANITA' PIU' DI ALTRI E' CACCIARE VIA GLI INETTI I MANGIA PANE A TRADIMENTO E I POLITICI POLTRONI.

    Mi piace

  6. Anonimo ha detto:

    (ANSA) – NAPOLI, 20 OTT – Restano gravissime le condizioni di Manuela Fortes Rodrigues, madre del piccolo morto ieri a Napoli per le esalazioni di un braciere.

    Il fatto e' avvenuto in un appartamento privo di corrente elettrica al rione Sanita'. Ieri sera la donna, che ha 40 anni e lavora saltuariamente, e' stata trasferita dal 'Cardarelli' al 'San Gennaro' e di qui al 'Cto' per la mancanza di posti in rianimazione. L'immigrata capoverdianae' e' tenuta in coma farmacologico.

    Mi piace

  7. Ansa ha detto:

    (ANSA) – NAPOLI, 20 OTT – Restano gravissime le condizioni di Manuela Fortes Rodrigues, madre del piccolo morto ieri a Napoli per le esalazioni di un braciere.

    Il fatto e' avvenuto in un appartamento privo di corrente elettrica al rione Sanita'. Ieri sera la donna, che ha 40 anni e lavora saltuariamente, e' stata trasferita dal 'Cardarelli' al 'San Gennaro' e di qui al 'Cto' per la mancanza di posti in rianimazione. L'immigrata capoverdianae' e' tenuta in coma farmacologico.

    Mi piace

  8. Anonimo ha detto:

    si è ripresa la mamma del bambino? prego per lei. Anna

    Mi piace

  9. A.C. ha detto:

    “Inutile protestare”, la bambina è morta. Forse sarebbe meglio scendere in piazza in un profondo silenzio. Non dobbiamo prendercela con nessuno poiché tutti siamo colpevoli. A.C.

    Mi piace

  10. Anonimo ha detto:

    Dovemmo muoverci tutti insieme. giusto quello che dice AC.

    Mi piace

  11. Anonimo ha detto:

    Amelia: è necessario riformare tutto e tutti. bisogna intervenire sui ceti più povero e meno ingenti. è importante dare spazio a chi non ha spazio e ritornare a governare con politiche più incentrate verso i più poveri. questo pero' gli stati ricchi sembrano non capirlo, ma in effeti è facile capire il perché?

    Mi piace

  12. Anonimo ha detto:

    prego per la mamma della bambina, speriamo che si salvi. prego anche per la povera vittima innocente.

    Mi piace

  13. Anna ha detto:

    CHE ASSURDITA' MA LA MAMMA ADESSO COME STA?

    Mi piace

  14. Anonimo ha detto:

    i funerali del piccolo. qui alla sanità hanno fatto un doppio manifesto per bambino. lutto del rione ma il lutto dovrebbe essere anche per tutti i responsabili che naturalmente non si vedono. le belle parole dell'assessore al tg3 non ci interessano. le parole passano i morti restano.

    Mi piace

  15. Anonimo ha detto:

    un addio al piccolo EVLIS

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...