dichiarazione di indipendenza

Questo stato di fatto ha dato origine a un malcontento le cui principali cause sono: la nascita di una borghesia nazionale corrotta, spietata e piena di disprezzo per i propri elettori; l’incremento della crisi economica, aggravata dalla cinica insensibilità di una parte dei governanti politici per gli effetti di tale crisi sulla popolazione; la politica degli investimenti di prestigio mascherata da slogan sul bene pubblico, ma in realtà destinata a trasferire i capitali di stato in conti privati degli uomini politici; la liquidazione o la messa a tacere delle istituzioni democratiche e giudiziarie; gli stravaganti, dispendiosi e inutili viaggi all’estero dei politici e delle loro famiglie a spese dello stato; i brogli elettorali; la crescita e l’emancipazione di una intellighenzia declassata; l’abbassamento degli stipendi e del livello di vita dei lavoratori; la mancanza di pianificazione economica; i parlamentari delusi ma corrotti; una stampa pavida e disorientata, dedita alla dialettica piuttosto che a un onesto e approfondito commento dei fatti e, infine, la disoccupazione crescente.

Ecco i bacilli che minano la salute degli stati… Quando un popolo di trova davanti ad un governo brutale, spietato e al tempo stesso incompetente, un governo sordo alle necessità della società e incapace di riforme, un governo che ha creato un sistema che esclude qualsiasi modifica legale dell’équipe al potere, ebbene questo popolo deve ricorrere all’unico modo possibile per liberarsi degli arroganti: il colpo di stato! [Citazione di Kapuscinski nel libro “La Prima Guerra del Football”. Dan Zaki, giurista, scriveva dello stato in cui si trovava la Nigeria nel 1966]

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Igor ha detto:

    questo scritto mi ricorda tanti altri e tutti di grande attualità anche se datati inizio novecento e a volte anche ottocento… vedi un po'?.

    Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    bello questo testo. credo che leggerò il libro.

    Mi piace

  3. VER ha detto:

    Ma avete visto che Giuliano Ferrara ha dichiarato che la P3 è tutta una invenzione e che i media avallano queste balle? e cosa ancora più grave ha affermato che neanche la P2 è stato un fenomeno italiano. MA QUESTO GIULIANO FERRARA E', PER COSI' DIRI, UN CRETINO?

    Mi piace

  4. giovanni ha detto:

    bel libro l'ho letto

    Mi piace

  5. ANTONIO ha detto:

    buon giorno, rispetto a questo argomento ritengo che non potevate scegliere tema più azzeccato e che sia vicina alla nostra realtà. avete visto il mondo politico, ma non ci dobbiamo meravigliare questo succede in tutto il mondo. tutti vogliono appropriarsi del potere, della ricchezza e delle poltrone comode con l'aria condizionata. ma vi ricordate quel film di alberto sordi: “Finché c'è Guerra c'è Speranza”. EMBLEMATICA QUESTE SCENE. AVETE VISTO COME FINISCE?

    BUONA VISIONE E RIFLETTETE.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...