senza congiutivo

il

Si t’ ‘o sapess dicere

Ah… si putesse dicere
Chell’ c’o core dice
Quant’ sarria felice
Si t’ o sapesse di’
E si putesse sentere
Chell’ che ‘o core sente
Dicisse eternamente
Voglio resta’ cu te’

Ma ‘o core sape scrivere?
‘O core e’ analfabeta
E’ comm’ a nu’ pueta
Ca nun sape canta’
Se ‘mbrogia sposta e vvirgole
Nu punto ammirativo
Mette nu’ cungiuntivo
Addo nun ‘nce adda sta’ 
E tu che o staje a sentere
Te ‘mbruoglie appriesso a isso…

E addio felicità!! [e.d.f.]

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Girò ha detto:

    Molto, molto bella la scelta di questa poesia unica e scritta da un grande della storia italiana e mondiale.

    Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    GRANDE EDUARDO!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  3. Mauro ha detto:

    Un maestro di napoli, di vita, di amore e sentimenti nobili, una mente illuminata che non ha avuto eguali ancora nella sua città

    Mi piace

  4. Giuido. ha detto:

    che ignorante, non conoscevo affatto questa poesia di eduardo de filippo ma adesso che l'ho ascoltata dalla sua voce la imparerò a memoria e la reciterò a tutti i miei amici milanesi. un abbraccio dal profondo nord.

    Mi piace

  5. Anonimo ha detto:

    e tanta ma tanta LIBERTEEEEEEEEEE'''''''''

    Mi piace

  6. Anonimo ha detto:

    vincenzo pirozzi vince con il film the dark side of gomorrah al trebecca film fest

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...