campo di concentramento

Due mesi fa la rampa di san Gennaro dei poveri è stata ripristinata. Chiudere una strada comporta sempre dei disagi notevoli, specialmente se essa è l’unica via di fuga. Da diversi giorni è stata di nuovo chiusa al traffico sia automobilistico che pedonale. Sarebbe cosa da niente se l’altra e unica via d’uscita dal rione san Gennaro dei poveri non fosse anch‘essa sbarrata per un incendio divampato all’ultimo dell’anno. E’ così la povera gente che abita in questa zona si trova a vivere in un “campo di concentramento”: come arrivare al primo pronto soccorso? Come arrivare in tangenziale? “e’ cos’e niente, e semp cos’e niente” diceva Eduardo.

La mania di fare arrivare turisti alla Sanità ha fatto perdere il cervello a qualcuno. Bhè, in verità neanche prima il signorotto di turno ha mostrato acume visto che le sue conoscenze si riducono nel definire il rione (con il suo massimo sforzo) il quartiere dove è nato Totò. Mi rendo conto che in questo periodo ho iniziato a fare di nuovo l’uomo aspro, sarà per questo che un hacker informatico ha rubato il dominio quartieresanita.org?! Pazienza, comprerò il punto it. 🙂 [+blogger] 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...