i “rivoluzionari” del rione

Caro don Rega, leggi attentamente. L’articolo pubblicato il 16 luglio, ha suscitato numerosi commenti sia sul blog che su altri social. In effetti, abbiamo discusso sul significato di uno degli ultimi murali realizzati nel rione; è nata una discussione assurda e paradossale che a tratti ha “cancellato il ridicolo”. (Non posto tutta la discussione che…

orecchiette con peperoni

Ieri sera alla via Vergini ho mangiato, tuttogratis, un piatto di orecchiette con i peperoni. Molto buoni. Avevano cucinato per centinaia di persone. C’erano: l’Ex Opg, la Rete del rione Sanità, il quartiere Materdei, gente del posto e molti senza fissa dimora. Improvvisazione e canti popolari: giovani ed anche giovanissimi, avevano cantato e ballato all’imbrunire,…

campo di concentramento

Due mesi fa la rampa di san Gennaro dei poveri è stata ripristinata. Chiudere una strada comporta sempre dei disagi notevoli, specialmente se essa è l’unica via di fuga. Da diversi giorni è stata di nuovo chiusa al traffico sia automobilistico che pedonale. Sarebbe cosa da niente se l’altra e unica via d’uscita dal rione…

analogie di quartiere

Una mail inviata all’amministrazione di un comune di Bologna, una cittadina che chiede spiegazioni, come giusto che siano. Sono così tante le analogie con il nostro quartiere che sembrano che il fruttivendolo, la suora, il barista e il ragioniere della Sanità abbiano deciso all’unisono di scrivere per acclarare le loro indiscusse e antiche argomentazioni. Pubblico…

surplus culturale

Napoli è una città protetta, lo è sempre stato fin dalle suo origini. I terremoti e le calamità naturali hanno sempre risparmiato la città partenopea. San Gennaro in primis tra gli artefici della gamma virtuosa di uomini straordinari, ma sarebbe troppo lunga la sfilza di religiosi da citare. Una “profezia che si autoadempie”, la voglia…