incertezze

Di nuovo in casa, di nuovo senza lavoro e soprattutto dopo aver sperimentato il coronavirus in famiglia. Spietata analisi di tutte le contraddizioni che orami non si contano più. Quando alla fine degli anni Novanta mi iscrissi all’Università, il preside della mia scuola superiore quasi mi insultò sapendo che avevo scelto Sociologia come prosecuzione del…

cornelia de frost risponde …

Caro Antonio, innanzitutto grazie mille per questo post che mi hai dedicato, in risposta al mio articolo postato, non me lo meritavo davvero, perché quel post era davvero fuori luogo e ti vorrei spigare il perché. Come tu ben sai, anche io sono nata e cresciuta in una famiglia della classe operaia: mio nonno materno,…

un guantaio napoletano

Un tempo il rione era ricco di artigiani, tutti amavano il proprio lavoro, quello che facevano era condiviso soprattutto con la propria famiglia. Generazioni di uomini e donne trasformavano, tagliavano, misuravano, pesavano, lucidavano, lavavano, cucivano, ricamavano e modellavano ad opera d’arte. Gli artigiani che però superavano tutti, tanto da essere considerati i più bravi del…