un rione per il blog

Noi della redazione del blog chiediamo più informazione per il rione sanità. Il nostro scopo è quello di smuovere quanto più possibile la coscienza della gente. Sensibilizzando la “società civile” a riconoscere il quartiere per quello che è e non per quello che dicono essere. Non neghiamo alcune situazioni scabrose, fatti brutti che disonorano le storia di questo luogo. Ma vogliamo anche guardare avanti, mostrando tutto quello che da anni è offuscato e messo sotto processo da cronache affaristiche e speculative. Il rione ha una sua dignità: nel diciassettesimo secolo furono edificate numerose chiese e basiliche: poi gli anni “nobili”, quando molte famiglie agiate facevano costruire le loro abitazioni (Palazzo Sanfelice, palazzo de Liguoro, palazzo Lagni , ecc.); negli anni ’40 la resistenza ai tedeschi e le barricate alla via Cristallini (Maddalena Cerasuolo, detta Lenuccia); sempre negli stessi anni gli artigiani del rione esportavano in tutto il mondo.

I più bravi erano i guantai, seguiti subito dopo dai falegnami, calzolai, ceramisti, impagliatori ecc. Ed è proprio in virtù di tanto lavoro, di tanta arte e storia (gli Ipogei dei Cristallini, il Cimitero delle Fontanelle, le Catacombe di san Gaudioso e San Severo, i Monasteri di via S. M. Antesaecula), che noi della redazione abbiamo aperto questo blog perché crediamo in quello che un tempo era la Sanità e in quella che in futuro potrà essere. Il rione è vivo come le sue numerose famiglie, i suoi numerosi operai, quelli che giocano la bolletta ogni domenica, che parcheggiano male e urlano quando parlano, quelli che gettano l’immondizia fuori dal cassonetto, quelli che fanno amicizia con gli immigrati e osannano i preti. Il quartiere è caotico. Un sabato di mezz’estate, intorno alle ore 19,00, è un inferno di motorini, pedoni che cercano di camminare, districarsi, deviare un percorso per non urtare contro un auto, una moto, la navetta del ANM.

C’è un misto di contraddizioni, di armonia, di intolleranza, di ingenuità, di situazioni assurde oppure di quelle che ti lasciano senza parole. Amore e rispetto, assurdità e maleducazione. Il nostro è un quartiere ombra, un rione invisibile situato in una valle che sprofonda sempre di più, sostenuto solo da chi intende considerarlo per quello che è. Non diciamo: “qui non c’è illegalità”, ma chi in Italia potrebbe dirlo? Il rione, Napoli, il Sud… prima o poi usciranno allo scoperto, mostrando non più il “buon cuore” ma il cervello, l’intuizione, l’organizzazione. Tutto questo sarà possibile solo quando sapremo riconoscere l’alternativa che non è solo ricchezza, potere, camorra, ma anche solidarietà, lavoro, passione, intelligenza… [+blogger]

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Anonimo ha detto:

    ieri radio24 la trasmissione di Cruciani, la Zanzara, ha trasmesso le assurdità dichiarate da Luca nei confronti di padre Alex Zanotelli, oggi lo stesso candidato che un tempo accusava il comboniano dichiara che tra lui e il prete c'è sempre stato rispetto e “armonia”. DE Luca ma vatt'a Cuccà!

    Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    NON ERA MEGLIO “UN BLOG PER IL RIONE”?

    Mi piace

  3. RAFFAELE ha detto:

    il quartiere deve essere più rispettato, tante bugie, tante calunnie. in passato anche io sono stato un sostenitore di chi diceva di “bruciarlo”, ma adesso che ci vivo sento che la maleducazione si combatte a suon di rispetto. so che non tutti sarete d'accordo ma io ci credo. non è uno spot elettorale non faccio politica nè credo che mi candiderò. è una costatazione i un profano che crede nella redenzione, nel giudizio finale, nella capacità degli altri. per il resto chi ruba avrà il suo giusto posto. ANCORA DI PIù PER VIVERE E CREDERCI.

    Mi piace

  4. Anonimo ha detto:

    ca saddà cagnà tutt cos! nun c sta speranza!

    Mi piace

  5. Anonimo ha detto:

    per questo blog 5° stelle *****

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...